MC8A0066 Edit

Tutto è nato tra le pagine di un libro, Le Città Invisibili di Italo Calvino, mentre seduto sul muretto di un pontile vicino al mare mi perdevo in terre lontane passeggiando per le strade di misteriose città.
Marco Polo, protagonista del libro, racconta dei suoi viaggi al Gran Kublai Khan, ultimo imperatore Mongolo. E mi sono ritrovato in quel dialogo, surreale e affascinante, trasformando i miei di racconti in un legame tra storie ed emozioni.

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per la raccolta di statistica aggregata. Per maggiori informazioni consultate la nostra politica dei cookies. Ulteriori informazioni