• il Kungsleden

    Lapponia Svedese
  • 1

Ho scalato montagne battute da un gelido vento artico, attraversato fiumi in piena, inseguito alci e renne, e capito che quando non ce la fai più, è solo un'altra scusa per non andare avanti.
Voglio raccontarti quindi questa storia, che parla di un lungo cammino fatto di difficoltà, di cadute, di uno zaino che ogni giorno sembra sempre più leggero, di neve, pioggia e vento attraverso l'ultima frontiera selvaggia d'Europa. Voglio raccontarti del mio hicking per i centodieci chilometri del Kungsleden, un grande sentiero nella Lapponia svedese, oltre il circolo polare artico.

DJI 0085

Prima di questo racconto fotografico, voglio darti però qualche consiglio su come affrontare il Kungsleden, uno dei sentieri più belli del mondo!

Qual è il periodo migliore

Ti consiglio di partire per il cammino intorno a giugno o fine settembre. Questo perché, essendo uno dei sentieri più belli, è anche uno dei più frequentati. D'estate migliaia di persone si riversano sul sentiero e questo, fa perdere un po' la magia di tutto il Kungsleden.
Inoltre, d'estate ti troverai ad attraversare molte paludi, nate dallo scioglimento delle nevi invernali, le quali sono un enorme bacino per le zanzare! 
Sicuramente il periodo che ti consiglio è molto incerto, e ti troverai ad affrontare dai 0 ai 15 gradi di temperatura, neve (poca e nei punti più alti), pioggia e sole. Ma non è proprio questo il bello del nord Europa?
Comunque prima di organizzare informati bene sull'andamento annuale della stagione, purtroppo il clima cambia molto in fretta e "non ci sono più le stagioni di una volta" :)

Quanti giorni fare

Una settimana di cammino secondo me è perfetta. Ipotizzando che atterrerai a Stoccolma, dopo qualche autobus ed un aereo interno per arrivare ad Abisko, 10-12 giorni in totale sono sufficienti per tutto quanto.

Che attrezzatura portare

Viaggia leggero. Porta con te solo il necessario, vestiti tecnici come maglie termiche e pantaloni invernali ed antipioggia. Ma anche qualcosa di leggero, ci sono stati giorni che sono stato a maniche corte e con i pantaloni traspiranti estivi. Un fornelletto da campo ed una tenda (ma non è necessario, leggi il punto seguente), delle bacchette per camminare, della frutta secca, un po' di cioccolata, e cibo liofiizzato (leggero e nutriente, ma prendete quello tecnico e non quello da supermercato) ed una borraccia di acqua con il filtro. Il bello di questo cammino è che non ti mancherà mai l'acqua, quindi puoi evitare di caricarti con litri di bottiglie sullo zaino, ogni volta che hai sete basta usare qualsiasi ruscello o fiume che trovi sul cammino. Gli svedesi assicurano che l'acqua è potabile, ma io ho comunque ho preso una di quelle borracce con il filtro, non si sa mai :)

Quali servizi puoi trovare

Il sentiero è pulito e ben segnalato. In alcuni punti ci sono delle passerelle di legno che ti aiutano ad attraversare terreni paludosi o rocciosi. Ogni rifugio è attrezzato con qualche letto, delle stufe a legna (legna che dovrai tagliarti da solo), una sauna dove potersi lavare con acqua raccolta dal fiume ed un "bagno" (una cabina di legno con dentro un secchio nero).
Per usare questi servizi bisogna pagare circa 20€, se vuoi anche dormirci sono circa 50€ a notte.
In questi rifugi è anche possibile trovare del cibo in scatola, liofilizzato e barrette energetiche.

Conclusioni

Il Kungsleden è un bellissimo cammino, che possono fare tutti anche con un minimo di allenamento. Ci saranno situazioni difficili, non mancheranno le cadute e gli imprevisti, ma se andrai con lo spirito giusto sarà una meravigliosa aventura :) 

 

DSC07297

DJI 0078

DSC07422

DSC07430

DSC07476

 DSC07542

DJI 0122

DSC07558

DSC07665

DSC07696

DSC07721

DSC07748

DSC07759

DSC07777

DSC07792

DSC07824

DSC07846

DSC07867

DSC07902

DSC07983

DJI 0139

DJI 0154

DSC08008

contentmap_plugin

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per la raccolta di statistica aggregata. Per maggiori informazioni consultate la nostra politica dei cookies. Ulteriori informazioni